Favole narrate e danzate ai tempi del Coronavirus

FiabescaFavole in Cerchio




Ideato e realizzato da: Eleonora ValorzCristiano Burgio
con la collaborazione di: Giulia Rosini

Voce narrante: Cristiano Burgio

Danza aerea: Eleonora Valorz

Il problema del 4

Testo da: “La filosofia in 42 favole” di Ermanno Bencivenga


Un giorno il numero quattro si stancò di essere pari. I numeri dispari, pensava, sono molto più allegri e spiritosi. E si stancò di quella sua forma un po’ insipida, a sediolina. Guarda il sette, si diceva, com’é svelto ed elegante, e il tre com’é tondo e arguto, e io invece sono tutto pieno di angoli e privo di personalità. E si stancò di essere due più due, che tutti lo sanno e anzi quando vogliono dire una cosa che sanno tutti dicono: «Quanto fa due più due?». Sognava di essere un numero lungo e difficile…


Le due scuole

Testo da: “La filosofia in 42 favole” di Ermanno Bencivenga


Al mondo ci sono due tipi di scuole. In uno si insegnano tutte le cose vere: chi ha veramente fondato Roma, qual è veramente la montagna più alta del mondo, chi vive veramente sott’acqua. Nell’altro, invece si insegnano tutte le cose false: che Roma l’ha fondata Remo o Numa Pompilio, e che sott’acqua ci stanno draghi e sirene.

Fra i due tipi di scuole c’é una bella differenza. Di verità ce n’è una sola: se è vero che Romolo ha fondato Roma, non può esser vero che l’ha fondata nessun altro.

Quindi i bambini che vanno a questo tipo di scuola imparano tutti le stesse cose, e quando…


La terra degli Unicorni

Testo da: “La filosofia in 42 favole” di Ermanno Bencivenga


Dove credete che siano andati gli unicorni, gli ippogrifi dagli occhi dolci e mansueti, le sirene gentili e aggraziate? In nessun posto: sono sempre qui. É solo che non li vediamo. La luce non si accontenta più di schizzar via dai loro corpi leggiadri, come schizza l’acqua dai tetti nei giorni di pioggia. …


La bimba che si è persa

Natale 2020 – edizione speciale per l’associazione SCIE – sul cammino in evoluzione

Testo da: “La filosofia in 42 favole” di Ermanno Bencivenga


La bimba Marina si è persa. Un istante prima era ancora lì; si guardava intorno serena e fiduciosa; gli occhi le brillavano mentre ascoltava le chiacchiere dei grandi, quei lunghi discorsi che parlavano sempre di lei, di quanto era bella e buona e mangiava tutta la merenda. Poi successe qualcosa, nessuno ha mai capito che cosa. …


Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: